Le fasi dell'intervento FemtoLASIK e il decorso post-operatorio

 
 

Quali sono le fasi dell’operazione FemtoLASIK?

La tecnica FemtoLASIK viene eseguita mediante l'utilizzo combinato del laser a femtosecondi e del laser ad eccimeri.

I due laser vengono impiegati ciascuno in una fase specifica dell’intervento di FemtoLASIK che si compone sostanzialmente di tre fasi:

  1. Il primo step comporta la creazione di un sottile lembo sulla superficie dell'occhio, definito flap corneale. Per la creazione del flap, il chirurgo si avvale del laser a femtosecondi che trasmette piccoli impulsi di luce (1/1.000.000^4 di secondo ciascuno). Questi impulsi di luce attraversano la porzione anteriore della cornea (senza causare dolore) e creano uno strato uniforme di bolle microscopiche che generano accurate incisioni corneali. Una volta creata l’incisione, il lembo superiore viene spostato su un lato per consentire al chirurgo di accedere alla cornea.
  2. Nella seconda fase viene invece utilizzato il laser a eccimeri al fine di rimodellare con precisione la curvatura corneale e correggere il difetto di vista.
  3. Al termine della procedura, il chirurgo riporta il lembo nella posizione originale, in tal modo, l'occhio guarisce in maniera del tutto naturale.

La durata dell’intervento di FemtoLASIK è piuttosto breve, richiede infatti soltanto pochi minuti e garantisce la massima precisione.

I vantaggi dell’utilizzo del laser a femtosecondi

Prima dell'introduzione del laser a femtosecondi in campo oculistico, il flap era creato dal microcheratomo, un dispositivo meccanico chirurgico costituito da un tagliente. 

Il laser a femtosecondi offre livelli di sicurezza molto più elevati rispetto al microcheratomo:

  • Suzione più delicata
  • Creazione del flap costantemente visibile e controllabile da parte del chirurgo
  • Interfaccia più regolare ed omogenea
  • Flap con spessore minimo e uniforme su tutta la sua superficie

Le dimensioni e la forma delle incisioni vengono scelte in base alle caratteristiche individuali dell’occhio del paziente e sono controllate dal computer per garantire la massima precisione, tali livelli di precisione sono impossibili da replicare con microcheratomi e epicheratomi tradizionali.

Per i notevoli vantaggi in termini di minor invasività, sicurezza e risultati, nel nostro centro oculistico a Brescia si eseguono esclusivamente Lasik con il laser a femtosecondi.

 

 
 

Quali sono i tempi di recupero dell’intervento FemtoLASIK?

Un altro vantaggio dell’operazione FemtoLASIK è il decorso post-operatorio rapido e indolore: il paziente ha un recupero piuttosto veloce dato dal fatto che il flap viene riposizionato nella sua posizione originaria e la cicatrizzazione avviene rapidamente.

Concluso l’intervento, il paziente potrà avvertire del fastidio e dovrà trascorrere le successive 4 ore a riposo, tenendo gli occhi chiusi se non per spostamenti e attività di prima necessità.

Nel giro di qualche ora questo fastidio tenderà a diminuire, se non addirittura a scomparire, e la qualità della vista sarà già molto buona.

Il paziente, nella maggior parte dei casi, può tornare a guidare e a lavorare già dal giorno successivo all’intervento di FemtoLASIK.

Nelle settimane successive è consigliato:

  • evitare attività a rischio di impatto diretto con gli occhi
  • prestare attenzione a shampoo e altri prodotti irritanti
  • evitare l’esposizione diretta al phon, al forno ed altre fonti di calore
  • evitare luoghi polverosi e/o sporchi
  • utilizzare sempre occhiali da sole quando si è esposti alla luce solare
  • evitare bagni in piscina o al mare

Un ruolo fondamentale nel decorso post-operatorio è svolto dalla terapia domiciliare da effettuare attraverso i colliri (antibiotici e antinfiammatori nelle prime settimane, ma anche lubrificanti).
Prima di instillarli è necessario lavarsi accuratamente le mani.

Evoluzione dell’acutezza visiva dopo un intervento FemtoLASIK

L’evoluzione dell’acutezza visiva è ovviamente soggettiva, ma volendo illustrare un percorso comune alla maggior parte dei pazienti possiamo dire che:

  • nelle ore immediatamente successive all’operazione la visione sarà un poco offuscata
  • già dal giorno seguente la visione sarà discreta e sarà possibile guardare la TV, lavorare al computer, guidare l’automobile (previa autorizzazione del medico oculista)
  • dopo circa 6 mesi dall’operazione si può considerare concluso il decorso post operatorio con un recupero totale e conseguente stabilizzazione della vista.

 

 
 

Le visite di controllo

La prima visita di controllo sarà tassativamente fissata il giorno dopo l’intervento.

Presso STAR 9000 tutte le visite che costituiscono il percorso post-operatorio sono comprese nel prezzo dell’intervento e saranno fissate a

→ 1 settimana
→ 1 mese
→ 3 mesi
→ 6 mesi

dall’intervento, compatibilmente con i vostri impegni.

FemtoLASIK pro e contro

La tecnica FemtoLASIK è consigliata se si vuole ottenere un recupero visivo rapido e una veloce stabilizzazione della vista. I fastidi post-operatori sono minimi quindi consentono un veloce ritorno alla vita quotidiana.

Inoltre, nel caso il paziente dovesse accusare un nuovo calo della vista, il vantaggio di essersi sottoposti a questo tipo di operazione è la possibilità di poter effettuare un nuovo intervento in futuro.

 
Contenuto soggetto a COOKIE LAW

Credits: OZOTO snc - powered by (ORBITA)

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.